BANDO INAIL ISI, a chi è diretto e perché farlo

L’INAIL finanzia progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Il bando si rivolge alle micro-piccole imprese anche individuali ubicate nel territorio nazionale e iscritte al Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane e alle aziende operanti nel settore agricolo (a cui è riservato uno specifico settore di progetto). Il contributo a fondo perduto potrà coprire il  40% (per le aziende agricole) e il  65% (per le altre tipologie di imprese) dell’investimento, la cui erogazione avverrà a seguito del superamento di verifiche tecnico-amministrative.

 

Finalità del bando:

  • incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro. Per “miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro” si intende il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti e riscontrabile, ove previsto, con quanto riportato nella valutazione dei rischi aziendali;
  • incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

 

Progetti che rientrano nel bando:

  • Progetti di investimento e progetti adozione modelli organizzativi;
  • Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi;
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  • Progetti per micro/piccole imprese settori specifici – Settore Pesca e Fabbricazione di Mobili;
  • Progetti per micro/piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.

 

Ammontare del finanziamento:

Assi 1,2,3
Finanziamento in conto capitale del 65% al netto dell’iva.
Il finanziamento massimo erogabile è pari a € 130.000,00 e il finanziamento minimo ammissibile è pari a € 5.000,00.

Asse 4
Finanziamento in conto capitale del 65% al netto dell’iva.
Il finanziamento massimo erogabile è pari a € 50.000,00 e il finanziamento minimo ammissibile è pari a € 2.000,00.

Asse 5
40% per la generalità delle imprese agricole e 50% per i giovani agricoltori (al netto dell’iva).
Il finanziamento massimo erogabile è pari a € 60.000,00 e il finanziamento minimo ammissibile è pari a € 1.000,00.

 

Requisiti dei soggetti destinatari e condizioni di ammissibilità:

  • Avere attività nella Regione di riferimento (Regione Lazio);
  • Non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria né sottoposta a procedure concorsuali;
  • Essere in regola con il DURC;
  • Avere conto corrente bancario o postale riconducibile alla sola impresa/ente;
  • Essere iscritti agli appositi registri o albi nazionali, regionali e provinciali;
  • Per i progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria. Dei prodotti agricoli, i soggetti destinatari dei finanziamenti sono esclusivamente le micro e piccole imprese, qualificate come: Impresa individuale, Società agricola, Società cooperativa;
  • Per la vendita, permuta o rottamazione di trattori agricoli o forestali o di macchine di proprietà dell’impresa, i documenti attestanti la data di immissione su mercato di tali beni e la piena proprietà da parte dell’impresa devono avere valore oggettivo e non possono consistere in autocertificazioni;
  • Verificare il “De Minimis” – Limite 200.000,00 Euro in 3 anni di aiuti pubblici;
  • Avere il DVR (Documento Valutazione Rischi) valido e contenente i fattori di rischio d’intervento.

 

Per informazioni o per un appuntamento 0773/601621 o scrivici a info@greenmodel.it