DVR: le nuove aziende hanno 90 giorni per prepararlo

L’art. 28, co. 3-bis del già citato D.Lgs. n. 81/2008 prevede infatti la redazione del DVR per le nuove imprese entro 90 giorni dalla loro costituzione, mentre l’art. 29, co. 3, indica 30 giorni per le aziende già esistenti per le quali sia necessaria la revisione del documento.

Il Legislatore ha apportato le modifiche richieste complicando ulteriormente, se possibile, la situazione: l’art. 13 ha previsto che in caso di costituzione di una nuova azienda, il datore di lavoro sia tenuto a elaborare immediatamente la valutazione dei rischi riservandosi di preparare il DVR entro 90 giorni dall’inizio della nuova attività, ma debba al tempo stesso fornire “immediata evidenza, attraverso idonea documentazione, dell’adempimento degli obblighi di cui al co. 2, lett. b), c), d), e), f) e al co. 3, e immediata comunicazione al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza” (art. 13, L. 161/2014), che deve poter accedere alla documentazione. In questo modo restano validi i 90 giorni per la redazione del DVR, ma la norma introduce la presenza di una documentazione idonea che non viene specificata restando quindi generica.